ALCUNI APPROFONDIMENTI TECNICI

DALLE LAVORAZIONI COLTURALI ALL'IMBOTTIGLIAMENTO 

 

"Chiunque sia seriamente impegnato nella ricerca della scienza

scopre nelle leggi dell'universo la presenza di uno spirito immensamente superiore

a quello dell'uomo, uno spirito di fronte al quale le nostre misere forze

devono farci sentire umili" (A.Einstein)

 

1. Operazioni colturali di tutti i terreni vitati:

-     rippatura invernale con successivo interramento del concime naturale (letame);

-          zappatura manuale ogni anno di tutte le viti in modo da rimuovere le erbe dannose;

-          livellamento ed affinamento del terreno, anche sotto i filari

-          taglio erba anche sotto i filari quando occorre

 

2. Operazioni colturali delle viti in produzione:

-          inizio potatura verso il 10 febbraio; vengono lasciate 2 gemme di cui 1 basale; tutte le operazioni vengono fatte manualmente, compresa la disinfezione di tutti i tagli con appositi prodotti naturali;

-          all段nvaiatura si procede all置ltimo diradamento;

-          alla fine di agosto si tolgono le foglie che coprono l置va

-          vendemmia solo manuale con scelta dell置va sia in vigna che nel magazzino di arrivo, in modo che venga diraspata solo uva sana e matura

-          trattamenti naturali per la difesa dalle malattie: rame, zolfo, poltiglia bordolese e propoli con l置ltimo trattamento al massimo al 25 luglio, mai sistemici.

 

3. Operazioni di vinificazione, conservazione, imbottigliamento:

-          solo diraspatura del grappolo che dopo la scelta in vigna viene anche selezionato manualmente all誕rrivo in cantina. La diraspatura avviene in apposita macchina che tutela l段ntegrit dell誕cino e permette anche la selezione per dimensione degli acini. Segue il controllo manuale acino per acino prima del trasporto dal nastro trasportatore direttamente nei tini di legno di rovere di oltre 100 q.li per la fermentazione;

-          successivi rimontaggi sino alla svinatura; nessuna operazione di chiarifiche o filtrazioni; solo aggiunta di poca solforosa

-          svinatura solo in botti di rovere grandi, no barriques; no filtri, no chiarifiche, solo travasi a seconda della necessit

-          l置nico additivo utilizzato anidride solforosa in quantit molto contenute

-          imbottigliamento diretto dalla botte senza filtrazione anche dopo oltre 4 anni di permanenza del vino in affinamento

-          solo uve Sangiovese, mai aggiunte di altre uve e/o vini

-          solo uve dalle vigne Soldera

-          conservazione delle bottiglie in cantina, nelle gabbie, per alcuni mesi prima della presentazione al mercato della nuova annata.